ariannatinti@libero.it

(+39) 349 53 22 942

   

Il ringiovanimento del collo

Il collo è una delle aree del corpo più critiche da trattare. Se, per esempio, il successo della correzione di una ruga del viso può avvicinarsi al 100%, non è così per quelle del collo, ciò a causa della diversa struttura della pelle (quella del collo è più sottile e meno grassa) e dei piani anatomici sottostanti (tipo di muscolatura e distribuzione del grasso sottocutaneo).

I difetti estetici meno tollerati sono solitamente la pelle “avvizzita”, in genere per fumo e troppo sole, l’accumulo di grasso, che crea il “doppio mento” e la presenza di bande platismatiche, cioè quei “cordoni” che dal mento si estendono verticalmente in basso verso il torace, causati dal rilassamento del sottile muscolo platisma che decorre subito al di sotto della pelle.

Il “doppio mento” può essere meglio corretto mediante l’intervento di lipoaspirazione del grasso in eccesso, consentendo, mediante un intervento chirurgico eseguibile in anestesia locale con una lieve sedazione in regime ambulatoriale, di ottenere un collo più snello e una maggiore visibilità del bordo della mandibola.

Le bande platismatiche, se molto evidenti, non possono essere migliorate se non tramite l’intervento chirurgico di lifting del collo, senza dubbio impegnativo, ma l’unico che consente di correggere i casi più gravi ed evidenti. Per quelli meno gravi o quando non ci si vuole sottoporre ad un intervento particolarmente invasivo quale il lifting del collo, si può avere un certo grado di miglioramento mediante iniezioni mirate di tossina botulinica. Da tale trattamento sul collo non ci si può aspettare lo stesso risultato eclatante che spesso si ha sulla fronte quando si utilizza la tossina botulinica per la cura delle rughe frontali, ma certamente una piacevole attenuazione.

Soprattutto nelle persone più magre si può avere la combinazione di più difetti, quali la presenza di bande platismatiche e di pelle particolarmente rugosa, con aspetto “avvizzito”. La combinazione dei difetti, come in questo caso, può essere meglio risolta con una combinazione di tecniche, la più efficace delle quali è senza dubbio l’iniezione di piccolissime dosi di tossina botulinica, sulle bande platismatiche ma anche in zone limitrofe più ampie, insieme a iniezioni multiple di acido ialuronico su tutta la pelle della regione anteriore e laterale del collo, in modo da renderla più compatta. Tale procedura può essere ripetuta ogni 6 mesi.

E’ bene tenere presente che sul collo non si possono ottenere i risultati a volte addirittura strabilianti che si possono avere sul volto, ma senza dubbio è possibile raggiungere un buon effetto quando, a seconda del tipo di difetto estetico e, quindi, a seconda dell’indicazione, si combinano trattamenti diversi.

Come sempre nella Medicina e Chirurgia Estetica, è indispensabile esaminare e studiare attentamente ogni individuo per sperare di arrivare al miglior risultato.

 

PRIMA DEL TRATTAMENTO

DOPO IL TRATTAMENTO

 

Partner di Guida Estetica.it

Dott.ssa Arianna Tinti

Estheticon.it

Estheticon.it
Dott. ssa Arianna Tinti M.D. è uno specialista nell'intervento di Mastoplastica additiva sul portale Estheticon.it

Seguimi su Facebook

Articoli dal Blog

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione.