ariannatinti@libero.it

(+39) 349 53 22 942

   

Le occhiaie: un problema che si può risolvere?

La zona del contorno occhi crea spesso insoddisfazione alle persone di ogni età, in particolare quando sono presenti occhiaie marcate e scure. Per capire se è possibile correggere tale difetto è necessaria una attenta e corretta valutazione delle sue cause.

Da non confondere con le borse palpebrali, le occhiaie sono caratterizzate da una colorazione scura a livello delle palpebre inferiori; esse possono essere la conseguenza di: 1. una pelle troppo sottile che lascia trasparire il circolo vasale sottostante, 2. una eccessiva pigmentazione della cute per predisposizione genetica e influenza ormonale, 3. scarsa tonicità e spessore dei tessuti muscolari sottostanti. Tra le loro cause, quindi, non c’è la carenza di sonno, che, invece, può fare gonfiare le palpebre per aumentata ritenzione idrica, ma che non ne varia il colorito.

Durante una visita, alcune manovre consentono di identificare il fattore responsabile delle occhiaie e, dove possibile, intervenire con una correzione mirata e logica.

In caso di scarsa tonicità dei tessuti dell’area compresa tra i lati del dorso del naso, le palpebre inferiori e la parte superiore della porzione anteriore degli zigomi, causa di un’ombra, a volte anche scura e profonda, accompagnata spesso da uno “scalino” che si avverte al tatto, è possibile eseguirne la correzione mediante l’iniezione di piccole quantità di acido ialuronico, il quale consente il livellamento dello “scalino” e di conseguenza, dona una maggiore luminosità allo sguardo.

Quando, invece, le occhiaie sono causate unicamente dalla pelle particolarmente sottile e/o pigmentata, purtroppo non ci sono rimedi certamente efficaci e anche trattamenti schiarenti con peeling o laser non è detto che conducano a risultati soddisfacenti e stabili nel tempo.

Naturalmente, si deve sempre tenere conto che le palpebre inferiori e le occhiaie sono solo una parte di una unità anatomica più ampia, l’occhio e la regione perioculare. Per questo, durante la visita il medico esperto deve effettuare una valutazione globale e particolareggiata del paziente, considerandone sempre le sue caratteristiche uniche, in modo da potere trovare la soluzione più adatta a migliorare l’inestetismo, senza compromettere, ma, anzi, accrescendo, l’armonia di questa zona del volto.

PRIMA DEL TRATTAMENTO

DOPO IL TRATTAMENTO

 

Partner di Guida Estetica.it

Dott.ssa Arianna Tinti

Estheticon.it

Estheticon.it
Dott. ssa Arianna Tinti M.D. è uno specialista nell'intervento di Mastoplastica additiva sul portale Estheticon.it

Seguimi su Facebook

Articoli dal Blog

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione.